domenica 25 marzo 2018

A cosa serve votare in una dittatura mascherata da democrazia?


È incredibile quanta importanza dia il popolo a delle questioni insignificanti e quanto invece ignori le cose fondamentali.

Pensate: la maggior parte delle persone è convinta di poter cambiare le proprie condizioni esistenziali tracciando una “X” su di un pezzo di carta una volta ogni 5 anni, per poi tornare a condurre esattamente la stessa identica vita che faceva prima delle votazioni, senza modificare una sola virgola delle proprie azioni.

Eppure, è cambiando il proprio modo di agire nella quotidianità che si può migliorare sia la nostra esistenza che quella degli altri. Ma votare è fondamentale, ci dicono, invece modificare i propri comportamenti no!

O almeno, questo è quanto il potere vorrebbe farci credere... ma che senso ha votare in una dittatura mascherata da democrazia?

Prima di rispondere a questa domanda, ci sono un paio di punti preliminari che intendo discutere, per cercare di far comprendere a chi non ne fosse consapevole una parte dell'inganno in cui viviamo...